giovedì 16 maggio 2013

Friday evening

Il venerdi' sera qui si fa festa.
Si rimane sul divano, si accende la tivi e si guarda qualche telefilm.
Come dei buoni e sani vecchietti.

In modo che io possa ricaricare le pile della mia stanchezza, e che mi possa dedicare a qualche faildate inutile.
Lo scorso venerdì mi sono dedicata a un faildate che voleva essere tanto romantico.
Voleva appunto.

La facilita' si ritrova tutta in una foto. Ecco come doveva essere facile.


Semplice, dolcissimo, teneressimo.
Failissimo.

Mi sono procurata il necessario.


Spezziamo poi una lancia in favore delle povere mollette. No ma dico, ma da quando in quando, sono fatte come quella della foto?
Che diamine di molletta e' se non tiene nulla ed e' tutta dritta?
In ogni caso, procurata il materiale, ho iniziato la mia avventura.



Ho disegnato prima di tutto la busta, che sembra una busta mezza amputata.
E poi ho scritto "u have a message" in slang american, amici.
Giusto perche' intero non ci stava.
Iniziamo subito dalla grande domanda: Perche' a me e' cosi' sbavato?
Perche' e' legno, e io ho usato la prima penna che mi e' capitata a genio, ovvero l'unica stilografica che abbiamo in casa.
CHIARAMENTE.


Successivamente ho prima disegnato con una bic rossa il cuoricino che sembra una bocca di geisha storta, e poi ho colorato la parte della busta di bianco grazie al mio amico e fantastico pennarello che si e' ripreso dall'ultima volta che l'ho torturato.
Ma che si e' vendicato colorando e perdendo gocce sulle parti che NON dovevano essere colorate.
Vi sto risparmiando molte foto, anche se so che vi avrebbe fatto ridere, fondamentalmente perche' sono cosi sfuocate che sembrano un quadro impressionista.
Cosa che non mi dispiacerebbe se non dovessi illustrarvi le mie opere nei minimi particolari.

Dunque da qui, ho dovuto attaccare lo scotch.
Ne ho tagliata una parte lunga circa 2 cm. Ho aperto la molletta e l'ho attaccato da una parte all'altra, macchiandomi le mani di bianco perche' se io aspetto un secondo a fare le cose non sono contenta. MAI.


Ho iniziato poi a scriverci ma si e' sbavato tutto. E questa e' l'unica foto che sono riuscita a fare poco mossa. 
Poi ho dovuto chiedere aiuto alla mio tuttofare aka valoroso uomo.
Almeno da potervi illustrare che stavo scrivendo ancora una volta, in slang.


E guardate, come l'unica foto che ha fatto lui, e' l'unica DECENTE.
Va beh amore mio, il nostro destino e' segnato, ora che la coppia delle coppie fashion e' scoppiata. Con mio grande disappunto, visto che noi siamo bravi solo con i Faildate.

Tornando a noi, lo slang si e' poi trasformato in qualcosa di offensivo, trasformando la I in un F, ma non vi dico nulla.
E vi lascio con la MIA di copia, della facilissima molletta romantica.


Qualcuno poi, mi spieghera' dove si trovano quelle bellissime mollette inutili che rendono la SUA foto migliore della mia.

5 commenti:

  1. La mia teoria, guardando la prima foto, è che sia una comune molletta a cui hanno appiccicato due pezzi di carta per fare la busta, risolvendo così il problema della molletta e del disegnare sul legno. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici?
      allora magari potevi farlo pure io....

      Elimina
  2. Per me rimani un'eroina dato che le mollette non le uso nemmeno per stendere il bucato.
    <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come non le usi??
      no ma prepariamoci che ho trovato un altro faildate con le mollette...

      Elimina
  3. Si, la bustina va fatta con un pezzettino di carta e ripiegato all'interno della molletta, almeno io ho fatto così. E' venuta molto bene, l'unica cosa è che dovevo fissare la tempera che ho utilizzato per colorare il legno perché ha cominciato a staccarsi

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...