venerdì 18 ottobre 2013

Frock Friday: Il Primo Cardigan

Sono ancora sotto shock dal fatto che Leandra Medine, quel genio che non e' altro che The Man Repeller, abbia la mia eta'.
L'ho scoperto leggendo il suo libro, che sembra ed effettivamente e' una biografia basata su alcuni vestiti che hanno segnato la sua giovane (si perche' se dobbiamo per forza essere coetanee, almeno definiamoci giovani) vita.
La cosa per me e' alquanto schockante visto e considerato che quando io lavoravo tutta l'estate dopo la maturita' lei, ALLA MIA STESSA eta', si stava facendo un tirocinio da Valentino.

E ok tutto, ma non e' possibile.
(in ogni caso bel libro)

Allora visto che tanto, mai nella vita questa mia famosa coetanea mi conoscera', io ho ben pensato che in realta' l'idea alla base del suo libro non e' affatto brutta.

E quindi eccoci qui, pronti ad inaugurare una nuova rubrica di questo magnifico e grazie a dio non conosciuto, blog.
Frock Friday sara' un appuntamento biografico in cui, ricordandomi e illustrandovi alcuni pezzi fondamentali del mio millenario armadio, vi raccontero' un po' di affaracci miei.
Che alla fine e' quello che conta sempre.

Come non iniziare con Il primo cardigan evah.
Non solo e' stato il primo, ma e' stato colui che ha segnato il mio destino.
Durante la gravidanza, mia madre non era ingrassata molto grazie a un piccolo dettaglio: la sottoscritta si era seduta sul suo stomaco. Leggetelo pure come destino: rompiballe sin dal concepimento.
Inoltre, oltre ad essere seduta sullo stomaco della mia povera madre, ero anche podalica e quindi mai nella vita sarei riuscita a nascere di parto naturale.
Ecco perche' tutto era pronto a casa mia, per la mia nascita il 3 novembre.
Ora, il cesario era il 3 novembre, ma dato che ero rompiballe dal concepimento, ho rotto ovvero ho fatto rompere le acque prima. Giusto giusto per nascere il GIORNO DEI MORTI.

E fu cosi' che venni al mondo. Microscopica, pesavo solo 2 kg.
E quindi anche la taglia piu' piccola di ogni vestitino da neonato mi andava largo, che dico largo, ci navigavo dentro a quanto pare.

La grazia divina mi ha fatto nascere in un paese, l'Italia, dove siamo folli per la moda, dove meta' delle donne erano sarte, e dove una nonna su due era sarta (indi per cui una sarta per famiglia).
Io ho avuto la fortuna di nascere in una famiglia dove una nonna era sarta e l'altra faceva la magliaia. Si, la chiamiamo cosi'.
Dunque, per la prima nipote a cui non stava addosso nulla, si sono adoperate.

E qui entra in scena lui, il mio cardigan.
Un oversized, fatto a mano, rosa antico.
No ma vorrei dire, se non sono arrivata al mondo ben vestita con questo, che magra figura avrei fatto con qualsiasi altra cosa?

Una nonna molto fiera con in braccio me che mi sparo gia' la magnum

2 commenti:

  1. Un confetto!!! e tanto per smentirti...non è vero che il tuo blog non è conosciuto, io ti leggo sempre!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...