lunedì 17 febbraio 2014

52 week project #4 ovvero la 7

Sono appena tornata da una settimana di ferie.
Io NON SO SE CE LA POSSO FARE.

1. Il volo easyjet, che mi sembra la prima classe rispetto a Ryanair. Nessuna musichetta, nessun altoparlante che gracchia costantemente e posti assegnati.
Ma perche' easyjet, amica mia, non parti da qualche areoporto piu' vicino?

2. Mi hanno aperto COS a Verona E NESSUNO ME LO DICE.
Ci ho trascinato amica Fra a San Valentino e non volevo piu' uscire. Impazzita dalla gioia ho chiamato pure il valoroso uomo. "Amore amore mi hanno aperto COS a Verona!"
"E che diavolo e' COS?"
Ecco, appunto.

3. Come accennato piu' sopra, amica Fra e' venuta a trovarmi. Ho realizzato dopo che sarebbe stato San Valentino, e devo dire che lei e' stata la perfetta compare. Abbiamo trovato una giornata meravigliosa e grazie a lei ho di nuovo fatto la turista nella mia citta'. Abbiamo fatto tappa ovunque, e per la prima volta abbiamo avuto il tempo di passare in rassegna ogni negozio. In una giornata abbiamo recuperato mesi e mesi di lontananza e senza nessuna fretta ci siamo ingurgitate valanghe di cioccolata calda e baci perugina, in alcuni negozi c'erano i mastri cioccolatai, ci mancava solo quello.
Mi mancava, e ora mi manca di piu'. Di quella mancanza dolce, di cui ti infondono il cuore le amiche lontane.

4. Parlando di amiche, come al solito ho fatto il giro turistico di tutte riuscendo nell'intento di aggiornarmi con loro e ricevere la partecipazione per il primo matrimonio dell'anno. La felicita'!
Una sera mi sono fatta quattro risate, riguardo ad una situazione alquanto bizzarra, di quel bizzarro da film. Non posso ed e' meglio se non aggiungo altro.
Ieri sera invece, amica Ire e' stata FONDAMENTALE.
Capirete molto presto il perche'. Ma grazie, dal cuore!

5. La TIVI.
Qui non la guardiamo ma a casa, con le Olimpiadi era quasi sempre accesa. E' stato un ottimo mezzo di comunicazione e di aggregazione per stare a casa delle nonne. Mentre mangiavamo guardavamo questi pazzi scatenati, i pattinatori bravissimi e le loro bizzarre mise di scena. Le nonne guardavano assorte e io assorta ascoltavo il loro silenzio.
Poi sabato sera ho visto i matrimoni Gipsy e ho CAMBIATO IDEA SUL MIO.

6. Il valoroso uomo e' santo. Punto.
E mi ha fatto trovare dei fiori bellissimi per San Valentino. E una casa super in ordine, e il suo sorriso, che e' quello che illumina tutto.

7. Non mi spiego il perche' ma quando dormo a casa dei miei, dormo meglio che a casa mia. Sara' il materasso, sara' che mi sento ancora un po' la bimba di casa.
Questa settimana chiedevo a mia madre dove si trovassero le cose piu' assurde e lei le sapeva.
"Mamma hai visto gli occhiali della mia amica?"
"Mamma dove hai messo le mie calze?"
"Mamma...MAMMAAAA!"
Ma io, saro' brava come lei? Saro' in grado di leggere nella mente della mia futura progenie?
Ma soprattutto, dopo che saro' diventata una donna sposata, la mia mamma mi trovera' ancora le cose?


1 commento:

  1. Le mamme trovano sempre le cose. Il santo graal è in mano a una di loro.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...